Fiandre 30/10-1/11 - Tutti i doni della cultura

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fiandre 30/10-1/11

archivio 2015-2016 > viaggi 2015 2016

LE E FIANDRE: BRUXELLES E ANVERSA
Viaggio nel cuore dell’Europa, due  città d'arte fiamminghe che  abbondano di testimonianze architettoniche e musei che raccontano il talento di grandi artisti del passato e del presente, dove i capolavori di Rubens, Van Dyck, Jordaens, Khnopff, Ensor, conferiscono uno spirito perennemente vibrante.

VENERDI’ 30/10 –DOMENICA 1/11 Iscrizione entro il  15/09/2015
costo in doppia di 400,00 euro (riduzione in tripla, con volo, assicurazione, transfer, hotel 3/4 stelle con pernottamento e prima colazione, visite guidate)




Una totale immersione nella culla dell’arte fiamminga in tutte le sue espressioni:la bellissima Anversa è carica di vivaci memorie di Rubens e di Van Dyck mentre Brussel è culla del rigoglioso ed elegantissimo stile dell’Art Nouveau, lo stile che ha radicalmente cambiato sia l’architettura sia il gusto dell’abitare dell’Europa di fine Ottocento, fino alla sua trasformazione nel rigoglioso ed elegantissimo gusto dell’Art Déco.

Venerdì 30/10
partenza e arrivo a Bruxelles
Si parte con un suggestivo percorso dalla spettacolare Grand’ Place, uno degli esempi di palazzi pubblici in Europain stile Gotico brabantino, con la sua guglia ottagonale traforata circondata da
quattro torrette angolari. Si raggiungerà il Mont des Arts, lieve collinetta ove si trovano alcuni dei principali musei dellacittà, fra cui il Musée d’Art Ancien, uno dei più importanti al mondo per l’arte fiamminga, dove si ammirano capolavori quattrocenteschi di Rogier van der Weyden fino alle ‘fantasie’di Hieronymus Bosch, dalle bellezze ‘gastronomiche’ degli Snyders agli strepitosi Rembrandt.
Spostamento al cuore della città,la Place Royale, per ammirare il Museo Magritte inaugurato nel giugno 2009, al cui interno sono esposte leopere dell'artista considerato uno dei più originali esponenti europei dell'intero movimento surrealista.

Sabato 31/10
Giornata interamente dedicata ad Anversa,  la splendida città natale di Rubens posta sulla riva destra della Schelda, con un porto tra i più grandi d’Europa, al quale è legata la sua fortuna. Quando, infatti, nel XV secolo la baia di Bruges si insabbiò, il porto di Anversa poté
affermarsi come il nuovo emporio europeo di spezie e pietre preziose, proprio all'epoca in cui si apriva lafiorente Via delle Indie. L'eccezionale sviluppo economico che ne seguì, richiamò ad Anversa una moltitudine di artisti che, tra Cinque e Seicento, arricchirono la città di straordinarie opere d’arte.
Visita del centro storico, dove sorge la maestosa Cattedrale di Onze Lieve
Vrouwekathedraal (Nostra Signora). Eretta secondo gli stilemi brabantini a partire dal 1352 e coronata dall’elegante e slanciatissima torre gotico-fiorita, simbolo della città, è una delle più importanti chiesegotiche, nonché la più vasta del Belgio. con capolavori di Rubens, Visita della Rubenshuis, lacasa che il  pittore Peter Paul Rubens acquistò nel 1611.Visita al raffinato Museum Plantin Moretus, ospitato nella splendida dimora rinascimentale dello stampatore Christophe Plantin. Visita della  Chiesa di San Jacob, edificata sul luogo dove sorgeva dal 1431 una cappella dedicata a San Giacomo maggiore, punto dipartenza dei pellegrini anversesi alla volta della tomba del Santo a Santiago de Compostela. L'interno è una vera galleria d'arte che conserva opere di artisti fiamminghi di prim'ordine (f San Giorgio e il Drago, olio su tela di Antoon van Dyck, prima metà del XVII secolo, la Tentazione di Sant'Antonio, Maarten de Vos, datata 1600 e la Presentazione al Tempio, Trittico di Maarten de Vos del 1599.)
Passeggiata lungo la Schedla e rientro a Brussels.


Domenica 1/11

Passeggiata
dedicata all’Art Nouveau, lo stile che ha radicalmente cambiato sia l’architettura sia il gusto dell’abitare dell’Europa di fine Ottocento, e che vede tra le principali città d’invenzione anche Brussel.
Si passerà dal Centre belge de la Bande Dessinée, il Museo del fumetto, ospitato negli ex magazzini progettati daIVictor Horta nel 1903-06 per le telerie Waucquez, unica realizzazione a uso commerciale del genialearchitetto. Questo edificio, è sede del museo dedicato ai fumetti, tanto cari ai belgi da essereconsiderati la ‘nona arte belga’ (in questo Paese sono nati Tintin, Lucky Luke, Spirou, i puffi…).
Raggiungeremo a sud il quartiere Saint-Gilles, sorto intorno alla elegante Avenue Louise, il grande vialeche unisce i boulevards orientali al Bois de la Cambre, dove sorgono diversi edifici.
Qui visiteremo il Museo van Buuren, la casa acquistata nel 1928 dal David van Buuren, banchiere e
mecenate è diventata un museo nel 1975. L’architettura esterna è tipica della Scuola di Amsterdam,
mentre la decorazione interna è tipica dell’"Art Deco" dai mobili rari ai tappeti, le vetrate e le sculture;
interessante anche la collezione di quadri che ripercorre cinque secoli di arte; con opere di Bruegel, della scuola di Rembrandt, ma anche Van Gogh e Signac.
Nello stesso quartiere si trova il Musée Horta, che ha la sua sede nella casa che fu l’abitazione e l’atelierdel grande architetto belga che per primo definì i canoni architettonici dell'Art Nouveau.
A disposizione del tempo libero e poi rientro.

 
www.mba-online-program.com
online mba
Torna ai contenuti | Torna al menu